La risorsa idrica: bene primario

Ottimizzazione delle reti di approvvigionamento idrico

Recentemente Hyper si è aggiudicata, in raggruppamento temporaneo con altre Imprese, i servizi e i lavori per la modellazione idraulica, la distrettualizzazione della rete, l’analisi e la ricerca delle perdite su circa 1800 km di reti idriche, di cui almeno un 50% nel Comune di Roma (Lotto n.3).

Rilievi e misurazioni

Rilievi e misurazioni di Hyper sul campo

Uno dei settori di primaria importanza per Hyper STP è quello dell’ottimizzazione delle reti di approvvigionamento idrico, tema assai noto alle Amministrazioni Pubbliche che si trovano a dover fronteggiare l’oneroso problema delle perdite idriche e diventato negli ultimi anni di sempre maggiore interesse per i Gestori a seguito della Delibera 917/2017/R/idr dell’Autorità di Regolazione per l’Energia Reti e Ambiente (ARERA).

Da anni Hyper è impegnata in questo ambito con il suo gruppo di Professionisti, attraverso lo studio numerico, la distrettualizzazione della rete e la ricerca sistematica delle perdite. Nel triennio 2016-2018, Hyper si è occupata del progetto di efficientamento del sistema idrico dei Comuni di Terni ed Orvieto. Il progetto ha preso avvio da una preliminare verifica e integrazione del sistema GIS Aziendale attraverso un rilievo di campo delle reti idriche in oggetto. A questa attività è seguita una lunga campagna di monitoraggio delle portate e delle pressioni volta a conoscere il reale funzionamento idraulico di ciascuna rete e raccogliere i dati necessari ad una efficace realizzazione e calibrazione di un modello idraulico. La calibrazione del modello idraulico, realizzato sia per la rete idrica di Terni sia di Orvieto, ha consentito la definizione e progettazione del sistema permanente di controllo della perdita e della pressione (DMA – PMZ). In particolare, per la rete idrica di Terni il risultato è stata la creazione di 10 DMA/PMA permanenti dotati di misuratori di portata e pressione connessi sia al Telecontrollo dell’esercizio rete che al Supervisore Centrale del SII; mentre per la rete idrica di Orvieto sono stati creati 12 DMA/PMA. Nell’attesa della realizzazione dei distretti di misura, su entrambe le reti è stata eseguita una campagna di pre-localizzazione delle perdite occulte attraverso il dislocamento di noiseloggers mobili ed il successivo tracciamento a terra con correlazione e geofono.

La realizzazione dei distretti fisici, insieme con il modello matematico della rete, consegnato alla Stazione Appaltante, consentiranno nel futuro una più efficace ed efficiente gestione della risorsa idrica.

Dopo l’esperienza di Terni e Orvieto è continuato e cresciuto l’impegno di Hyper nel settore dell’ottimizzazione delle reti.

La Redazione

Nicoletta Sadun

Sara Basile

Giovanna Padellaro

Marco Biagiotti