Giardino degli Incontri

Il Giardino degli Incontri al Carcere di Sollicciano

Project Description

DESCRIZIONE PROGETTO

Il progetto del Giardino degli Incontri si inserisce nell’ambito dell’impegno sociale e civile che l’Architetto Michelucci ha sempre mostrato nel corso della sua carriera. Nel 1985 un gruppo di detenuti della nona sezione di Sollicciano, appartenenti all’area della detenzione politica, propose a Michelucci di coordinare il gruppo di progettazione che stava elaborando il progetto di un luogo di incontro tra detenuti e familiari. L’Architetto accolse con entusiasmo la sfida di un intervento progettuale interno alle mura del carcere ma aperto alla città. Al progetto di massima insieme a Michelucci lavorarono, presso la sede della Fondazione, alcuni detenuti in semilibertà, giovani architetti in servizio civile e collaboratori dell’Architetto. Alla fine del 1990 il progetto di massima fu consegnato alla Direzione del carcere. Dopo la morte di Michelucci, il Collegio degli Ingegneri, di cui l’Architetto era membro onorario, sviluppò a titolo gratuito il progetto esecutivo insieme alla Fondazione.

TORNA INDIETRO

Prestazioni svolte: Progettazione esecutiva
Committente: Provveditorato alle Opere Pubbliche della Toscana
Anno: 1992 (Esecuzione dei lavori: 2001-2007)
Importo lavori: € 15.700.000,00
Località: Via G. Minervini, 2r – Firenze
Identificazione opere (D.M. 17/06/16): E.16

Categorie lavori